Lettera al Sindaco di Monfalcone (Gorizia) dott.sa Anna Maria Cisint

Con la presente lettera aperta il cui testo sarà pubblicato anche sul sito ufficiale dell’Osservatorio all’indirizzo www.sguardosulmondo.org desidero esprimerLe la preoccupazione mia personale e dell’Osservatorio che rappresento circa notizie di stampa che si susseguono da alcuni giorni a riguardo di Sue prese di posizione ed iniziative che appaiono in netto contrasto con la Costituzione del Paese che Ella, come Sindaco, è tenuta a servire, e confliggenti con un fondamentale documento internazionale.

                Sono ormai diversi i media che riferiscono dell’intenzione da parte Sua di procedere ad una schedatura dei docenti che Ella ritiene svolgere la propria attività in maniera ideologica. Tale atto risulta palesemente in contrasto con la libertà di insegnamento riconosciuta e garantita dall’art. 33 Cost. ed appare del tutto estraneo dalle prerogative che Ella ha quale Sindaco.

                Dai media si apprende che questa schedatura sarebbe svolta, nei suoi intendimenti, nell’interesse degli studenti per evitare danni da parte di insegnanti e di presunte ideologie da quest’ultimi diffuse. A nome dell’Osservatorio sono ad invitarLa rispettosamente a non strumentalizzare l’art. 28 comma 2 della Convenzione di New York a meri fini politici e di assunzioni di prerogative che l’Ordinamento Italiano non riconosce al Suo Ufficio. 

                Si comprende dai media che Ella voglia manifestare preoccupazione ed interesse nei confronti dei più piccoli. Questo è sicuramente lodevole, e va rimarcato soprattutto nel trentennale della Convenzione di New York. Ma, a nome dell’Osservatorio Sguardo Sul Mondo, desidero richiamarla, oltre che sui limiti del Suo incarico e sulle previsioni della Costituzione, anche sulla necessità di usare particolare prudenza al fine di evitare che lodevoli intenti si concretizzino in risultati opposti a quelli desiderati andando contro anche la già richiamata Convenzione di New York in relazione al già menzionato art. 28 ed all’art. 13 in tema di libertà di espressione e di diritto di “ricevere e divulgare informazioni e idee di ogni specie”, quindi anche non in linea con quelle che appartengono ad una specifica area politica.

                Certo che accoglierà benevolmente la presente, con l’occasione, porgo a Lei ed alla Sua civica amministrazione i più cordiali saluti a nome mio personale e dell’Osservatorio tutto.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito fa uso di cookies per migliorare la navigazione Privacy policy