Diverse Abilità

La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità è stata approvata dall’Assemblea Generale dell’ONU il 13 Dicembre 2006 ed entrata in vigore il 3 Maggio 2008.

Adottata da 192 Paesi, firmata da 126 e ratificata da 49, essa rappresenta il primo documento fondamentale in ambito di diritti umani nel terzo millennio, facendo seguito a carte importantissime approvate nel corso del secolo precedente quali la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e la Convenzione di New York.

Nel preambolo essa richiama i principi proclamati nella Carda ONU ed i diritti affermati proprio nella dichiarazione universale oltre che in patti internazionali sui diritti umani.

Tra le altre cose, il richiamato preambolo, riafferma l’universalità, l’indivisibilità, l’indipendenza e l’interrelazione di tutti i diritti umani, delle libertà fondamentali e la necessità da parte delle persone con disabilità di essere garantite nel loro pieno godimento senza discriminazioni.

I principi generali della Convenzione sono:

1)Il rispetto per la dignità intrinseca, l’autonomia individuale, compresa la libertà di compiere le proprie scelte, e l’indipendenza delle persone
2)La non discriminazione
3)La piena ed effettiva partecipazione e inclusione all’interno della società
4)Il rispetto per la differenza e l’accettazione delle persone con disabilità come parte della diversità umana e dell’umanità stessa.
5)La parità di opportunità
6)L’accessibilità
7)La parità tra uomini e donne
8)Il rispetto per lo sviluppo delle capacità dei bambini con disabilità e il rispetto per il diritto dei bambini con disabilità a preservare la propria identità

Nella Convenzione si parla di:
ART. 9 – Accessibilità
ART. 10 – Diritto alla vita
ART. 11 – Situazione di rischio ed emergenze umanitarie
ART. 12 – Eguale riconoscimento di fronte alla legge
ART. 13 – Accesso alla Giustizia
ART. 14 – Libertà e sicurezza personale
ART. 15 – Diritto di non essere sottoposto a torture, a pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti
ART. 16 – Diritto di non essere sottoposto a sfruttamento, violenza e maltrattamenti
ART. 17 – Protezione dell’integrità della persona
ART. 18 – Libertà di movimento e cittadinanza
ART. 19 – Vita autonoma ed inclusione nella comunità
ART. 20 – Mobilità personale
ART. 21 – Libertà di espressione e opinione, accesso all’informazione
ART. 22 – Rispetto della vita privata
ART. 23 – Rispetto del domicilio e della famiglia
ART. 24 – Istruzione
ART. 25 – Salute
ART. 26 – Abilitazione e riabilitazione
ART. 27 – Lavoro ed occupazione
ART. 28 – Adeguato livello di vita e protezione sociale
ART. 29 – Partecipazione alla vita politica e pubblica
ART. 30 – Partecipazzione alla vita culturale, alla ricreazione, al tempo libero ed allo sport

Lo Stato Italiano ha ratificato e resa esecutiva sul proprio territorio la Convenzione con legge n. 18 del 3 Marzo 2009 (in Gazzetta Ufficiale n. 61 del 14 Marzo 2009)



Questo sito fa uso di cookies per migliorare la navigazione Privacy policy